I tesori della collezione Mosca. Scrigni e stipi

a cura di Enrico Colle
Quaderno n.10 della Fondazione Scavolini
Fondazione Scavolini, Pesaro 1998

Un palazzo gentilizio settecentesco del centro antico di Pesaro fu donato con le sue raccolte di arti applicare nel 1885 aIla amministrazione comunale di Pesaro, perché ne facesse un luogo di pubblica utilità: Vittoria Toschi Mosca consegnò alla comunità una dimora storica, una casa museo con finalità didattiche, a pubblico beneficio, "per animare l'istruzione e l'industria".

Di questo patrimonio gli scrigni e gli stipi costituiscono una delle parti piii interessanti dal punto di vista storico artistico, per la preziosità dei materiali, per la varietà e la ricchezza delta decorazione. Il quaderno, pubblicato in occasione di una mostra nella quale furono esposti alcuni dei manufatti, dopo il loro restauro, presenta gli esemplari più interessanti di quella collezione.
Oggetti che permettono di cogliere ancora l'inquietudine del momento storico in cui vennero raccolti: quello in cui l'artigianato d'arte andava scomparendo. Anni in cui in lnghilterra personaggi come Ruskin e Morris avevano provato con qualche successo, anche commerciale, a reagire alla condanna alla estinzione, decretata dalla rivoluzione industriale per l'artigianato, proprio enfatizzandone la creatività.
GIl stipi presentati nel volume sono prodotti sofisticati fatti per un pubblico elitario. Conoscitrice delle esperienze inglesi, a contatto con gli ambienti culturali milanesi che alle vicende inglesi si erano ispirati, Vittoria collezionò, e avrebbe voluto vedere esposti, questi oggetti, perché fossero fonte di ispirazione e imitazione, anche in anni in cui la presenza degli aristocratici che avevano tenuto in vita quel genere di produzione era in definitivo declino.
Questi stipi sono insieme oggetti raffinati, documenti storici e testimonianza di un appello lanciato dalla marchesa Vittoria (e che ha attraversato il tempo) perché l'artigianato non scompaia.

Indice:

  • Enrico Colle
    Il Museo Mosca: un "repertorio" per le arti decorative a Pesaro.

  • Enrico Colle
    Stipi italiani dal Cinquecento all'Ottocento: breve compendio.

  • Enrico Colle
    Schede

 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info